Elioterapia – Terapia con la luce del sole

Elioterapia – Terapia con la luce del sole

L’Elioterapia è una pratica antichissima il cui utilizzo risale all’antica Grecia ove era utilizzata per il trattamento di numerose malattie della pelle.

I benefici che questa terapia naturale preventiva e curativa apporta all’organismo sono numerosi, in funzione dell’intensità con la quale il calore irradiato dal sole interviene sul corpo umano.
La sensazione di benessere e di calore, indotta dall’esposizione alla luce solare, è il risultato di una complessa interazione che coinvolge tutti i sistemi fisiologici e tutte le loro diverse attività.

 

Le malattie che possono trarre beneficio dalla cura del sole sono:

 

  • rachitismo;
  • osteoporosi;
  • artrosi;
  • acne giovanile, psoriasi e dermatiti;
  • malattie del sangue come alcune anemie e i linfatismi;
  • malattie respiratorie ricorrenti come l’asma bronchiale.

Tra i più importanti effetti che l’elioterapia favorisce a livello cutaneo, ricordiamo la trasformazione della vitamina D nella sua forma attiva (D3).

⇒ Avvertenze: 

 

  • Durante l’esposizione vanno evitati anche i farmaci e le piante medicinali fotosensibilizzanti, poiché ad esempio il principio attivo di alcuni farmaci sotto l’azione dei raggi UVA può generare molecole dannose all’organismo oppure si può avere un’alterazione del farmaco stesso con scatenamento di una reazione allergica.

 

  • Come ricordato anche dal Dermatologo Dott. Sigona Marco in questo articolo (http://www.cronachemaceratesi.it/2017/09/04/tratteniamo-il-ricordo-dellestate-sulla-pelle/1006989/) [..Ovvio che un abuso di esposizione al sole e alla lampada (come per ogni altro tipo di eccesso) crea al nostro sistema cutaneo una situazione critica che non tarderà a manifestarsi con il passare degli anni. Ma è importante considerare che in molte strutture specializzate è possibile effettuare, a scopo terapeutico, cicli di fototerapia con esposizioni a lampade Uva ed Uvb, per la cura di molte patologie…. ]

Dove possiamo beneficiare dell’elioterapia?

 

> Ovviamente all’aria aperta, approfittando della luce del sole.

Partendo dal concetto che l’elioterapia è tanto più efficace quanto più vasta è la superficie corporea irradiata, l’esposizione dovrà essere sempre, per quanto possibile, generale. La cura va praticata a dosi progressivamente crescenti senza raggiungere mai all’inizio un’intensità tale da provocare forti reazioni locali e generali: le ustioni.

 

> La temperatura dell’ambiente deve oscillare fra + 20° e + 25°;
sono sconsigliabili i bagni di sole a temperature superiori, che debilitano profondamente gli ammalati e provocano facilmente la comparsa d’una grave complicazione: il colpo di sole.

Più semplice è l’esposizione a lampade solari, che risultano essere il metodo più veloce e comodo per approfittare dei benefici dei raggi ultravioletti (UVB).
A seconda del proprio tipo di pelle, nei centri specializzati con lettini e docce solari che rispettano la nuova Normativa Europea, ci si può sottoporre ad un programma di sedute specifico tenendo conto di esposizioni recenti, tipi di pelle, quantità di melanina etc.

 

 

Possiamo quindi concludere che l’Elioterapia, se utilizzata in maniera corretta, grazie alla regolazione dei ritmi circadiani dell’organismo e ai suoi molteplici effetti benefici, è in grado di indurre una sensazione di BEN-ESSERE fisico e mentale a tutto il corpo.

 

 

Per i più curiosi…

Ecco infine un ottima lettura consigliata a tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento.

“GUARIRE CON IL SOLE”


I benefici della luce solare per la nostra salute

di Richard Hobday

“Per migliaia di anni l’uomo ha vissuto in armonia con il sole, col calore e la sua luce, nutrendo un’istintiva fiducia nella sua capacità di generare la vita e guarire…”

Fattore “D”, il Sole fa anche bene!

Fattore “D”, il Sole fa anche bene!

fonte: Articolo rivista “FOCUS” di giugno 2014.

La tintarella è stata demonizzata per anni con il rischio di far dimenticare anche i benefici dei raggi solari. A partire dalla vitamina D che il cibo puo fornirci solo in minima parte.

In questi anni ne abbiamo sentite di tutti i colori. I nostri centri sono frequentati da persone che si chiedono costantemente:

 

– Esporsi al sole o solarium ha anche dei benifici?

 

 

Per ora vi rispondiamo con degli stralci presi dall’articolo sulla rivista FOCUS di giugno 2014.
In basso trovate il link per il download completo dell’articolo.

“…Il beneficio più noto del sole è la sua capacità di favorire la produzione di vitamina D. A differenza di altre vitamine essenziali che si possono ricavare dal cibo, solo una minima parte della D può essere a ssunta con gli alimenti. La maggior parte viene sintetizzata nella pelle con una reazione innescata dall’esposizione ai raggi solari. La sua funzione più nota è quella di regolare il metabolismo del calcio e la sua fissazione nelle ossa, ma molti altri tessuti e cellulte del nostro corpo hanno recettori per la vitamina D….”

“… esporsi con gambe e braccia scoperte al sole di giugno per 10-15 minuti basta per fare scorta di vitamina D…”

“… la pelle scura, ricca di melanina, per produrre la stessa quantità di vitamina D ha bisogno di un’esposizione 5/6 volte superiore a quella necessaria alla pelle bianca…”

“… la scienza conferma che il sole fa bene all’umore.”

 

Continuiamo dicendo che l’esposizione eccessiva al sole, soprattutto quella disordintata, con ripetute scottature nell’infanzia e nell’adolescenza è un fattore di rischio.

 

Diciamo anche che: sole e solarium sono dal 1992 in “Gruppo 1” assieme a vino rosso e a pesce conservato sotto sale ma molto meno pericolosi della mostarda e della birra a doppio malto.

Esporsi al sole, al mare per ore ed ore non è di certo una buona abitudine… molto meglio avere come regola una preparazione adeguata data dal solarium in funzione di notevoli fattori come fototipo, idratazione, stato di abbronzatura, livello di emissione, tipo di filtratura.

 

 

LA TOP 10 dei benefici del SOLARIUM (se ci esponiamo in maniera corretta).

1. Favoriscono la sintesi della vitamina D (prevenzione dell´osteoporosi, del diabete tipo 1 delle malattie autoimmuni e prevenzione di tumori al Colon, Pancreas, Prostata, Seno, Ovaie, ottimi contro l’indebolimento muscolare e alcune malattie endocrine come l’iperparatiroidismo e autoimmuni come la sclerosi multipla, riducono l’insorgenza del diabete e di malattie cardiache)

2. Aumentano lo spessore dello strato corneo rendendo più resistente la pelle difendendola dalle scottature

3. Migliorano sensibilmente Psoriasi, Dermatiti Atopiche, Dermatiti Seborroiche, Acne.

4. Favoriscono l’attivazione del sistema neuroendocrino e dell’asse Ipotalamo-ipofisi-tiroide-surrene con benefici effetti sulla depressione con produzione della serotonina.

5. Aumenta la produzione di Betaendorfine che combattono la depressione

6. Effetto disinfettante (limitazione proliferazione batteri)

7. Benessere termico e visivo

8. Aumenta la produzione di cellule immunospecifiche e di globuli bianchi. Uno studio ha riscontrato la diminuzione del 66% di malattie da raffreddamento (esperimento fatto su 3500 bambini europei)

9. Aumento della capacità del sangue di trasportare ossigeno (ne sanno qualcosa le squadre olimpiche di molti paesi nordici)

10. Disintossicazione dalle sostanze nocive presenti nel sangue col meccanismo di scissione molecolare e scomposizione di alcool.

 

Scarica l’articolo completo: